Rispettiamo la bellezza del nostro pianeta riducendo i packaging in plastica vergine

Per L’Oréal offrire un packaging di prodotto che sia responsabile e sostenibile è una delle maggiori sfide e un impegno di primaria importanza. Sin dal 2007 abbiamo adottato un approccio di eco-progettazione del packaging.

Adottare un approccio di questo tipo significa ripensare i nostri prodotti in maniera olistica, dalla progettazione al riciclo post-utilizzo dei packaging.

“Da quasi 15 anni, L’Oréal è impegnata nel migliorare l’impronta ambientale dei propri packaging. Grazie al programma “L’Oréal For The Future” abbiamo rafforzato questo approccio globale dedicato ai prodotti.

Abbiamo definito gli impegni volti a minimizzare i nostri packaging ad esempio riducendone il peso, sostituire i materiali con alternative derivanti da processi circolari, ideare confezioni che possano essere riutilizzate come i flaconi ricaricabili per i profumi, promuovere l’uso delle ricariche come nel caso di un numero sempre maggiore di creme per la cura della pelle e progettare il packaging affinché possa essere riciclato.

Da sottolineare anche gli straordinari progressi che ci hanno permesso di reinventare le nostre confezioni, come nel caso dello shampoo solido, dove il cartoncino sostituisce il flacone in plastica.”

Brice André
Global Director of Sustainable Packaging & Development

SPOT: uno strumento unico per valutare l’impatto dei prodotti cosmetici

Per misurare e migliorare l’impatto sociale e ambientale dei nostri prodotti, incluso il packaging, i nostri team hanno sviluppato lo strumento SPOT (Sustainable Product Optimization Tool). SPOT è ora totalmente integrato nel processo di progettazione e lancio dei prodotti e può essere impiegato per:

  • simulare varie opzioni di progettazione per verificare l’impatto sull’ambiente e sulla società e identificare le possibili aree di miglioramento;
  • quantificare la riduzione dell’impatto per ogni aspetto del prodotto e monitorare i progressi, soprattutto in termini di impatto della formula o del packaging.

La nostra strategia di ottimizzazione del packaging

Per ottimizzare il packaging abbiamo adottato un’ampia gamma di misure complementari:

  • utilizzare materie prime riciclate;
  • ridurre il peso e il volume;
  • utilizzare materie prime da fonti rinnovabili al posto di altre materie prime, laddove possibile;
  • prevedere la possibilità di ricaricare i flaconi e le confezioni a casa o presso i punti vendita per limitare l’utilizzo dei contenitori monouso;
  • eliminare il packaging grazie a formule innovative come i prodotti cosmetici solidi.

Quali risultati abbiamo raggiunto?

Complessivamente grazie a queste misure abbiamo già raggiunto traguardi significativi:

97%

dei prodotti creati o rinnovati nel 2022 presentava un profilo ambientale migliorato

100%

dei prodotti creati o rinnovati nel 2021 è stato valutato utilizzando SPOT.

98%

della carta utilizzata per gli opuscoli dei prodotti è stata certificata come proveniente da foreste gestite in modo sostenibile.

21%

della plastica utilizzata nei nostri packaging proviene da fonti riciclate o bio-based.

78%

del volume di PET utilizzato dal Gruppo a livello globale proviene da fonti riciclate, nel 2022.

I nostri obiettivi per il 2030

Con il lancio del programma “L’Oréal For The Future” abbiamo ulteriormente sviluppato la nostra strategia per un packaging responsabile.

Entro il 2030, ridurremmo del 20% il quantitativo di plastica utilizzata nei nostri prodotti rispetto al 2019.

A maggio 2020 L’Oréal ha lanciato la prima generazione di packaging innovativo, introducendo il cartoncino e riducendo quindi la plastica rispetto ai tubetti tradizionali. Nel 2022 è stata sviluppata per La Roche-Posay e Garnier la seconda generazione di questo packaging, che utilizza fino al 75% di plastica in meno rispetto a un tubetto di plastica standard.

Scopri di più

“L’impegno di Albéa verso la sostenibilità è iniziato già 17 anni fa e si riflette nell’ampia gamma di prodotti per il packaging responsabile. Oggi abbiamo l'ambizione di accelerare lo sviluppo di soluzioni nuove e responsabili, cercando la chiave che apra le porte dell’innovazione”.

Gilles Swyngedauw
Vice President Sustainability and Innovation di Albéa.

Entro il 2030, il 100% della plastica utilizzata nei nostri packaging sarà ottenuto da fonti riciclate o bio-based (entro il 2025 raggiungeremo il 50%).

Dal 2020, i flaconi Elvive sono prodotti utilizzando il 100% di plastica riciclata e sono riciclabili al 100%.

Entro il 2025, il 100% dei nostri packaging in plastica sarà ricaricabile, riutilizzabile, riciclabile o compostabile.

Le ricariche delle quattro diverse versioni del siero Pure Shots Light Up di Yves Saint Laurent sono tutte compatibili con la stessa bottiglia trasparente, riducendo quindi l’impatto ambientale del prodotto. L’eco-progettazione contribuisce inoltre a risparmiare risorse rispetto a quelle necessarie per produrre un flacone non-ricaricabile. Utilizzando il contenitore e tre ricariche anziché quattro flaconi, il peso totale del packaging viene ridotto del 52%.

Scopri di più

Dal momento che l’economia circolare è il cardine della progettazione, collaboriamo con start-up e partner innovativi

In qualità di leader del settore cosmetico e di Gruppo impegnato nella sostenibilità del packaging, L’Oréal ha unito le forze con il consulente ambientale Quantis, al fine di lanciare congiuntamente “Sustainable Packaging Initiative for Cosmetics” (SPICE). Questa iniziativa è stata concepita per aiutare il settore a impegnarsi per un packaging più sostenibile e per migliorare la performance ambientale lungo l’intera catena di valore delle confezioni dei prodotti.

A ottobre 2017 abbiamo sottoscritto una partnership con Carbios, azienda pionieristica in ambito di chimica verde specializzata in bioplastiche, per sviluppare un consorzio volto a riciclare la plastica utilizzando bioprocessi enzimatici su scala industriale. Nel 2019 Nestlé Waters, PepsiCo e Suntory Beverage & Food Europe sono entrate nel consorzio al fianco di L’Oréal, che ha investito nel capitale di Carbios. A giugno 2021 L'Oréal ha annunciato la realizzazione del primo flacone cosmetico in plastica interamente riciclata grazie alla tecnologia enzimatica di Carbios e punta a mettere in produzione i flaconi basati su questa innovazione rivoluzionaria nel 2025. Biotherm sarebbe il primo dei brand del Gruppo a lanciare un prodotto in un flacone così innovativo.

A ottobre 2020 L’Oréal, in partnership con LanzaTech e Total, ha annunciato una novità a livello mondiale: il primo flacone cosmetico in plastica prodotto con la CO2 emessa dalle attività industriali.

L’Oréal ha anche avviato una partnership con LOOP Industries e Purecycle per sviluppare processi di riciclo innovativi. Oltre a questo, L’Oréal partecipa attivamente alle iniziative della Ellen MacArthur Foundation ed è partner dell’iniziativa New Plastics Economy. L'Oréal è anche firmataria dell'Impegno Globale della Fondazione. Questi partner ci permettono di raggiungere i nostri ambiziosi obiettivi relativi al packaging responsabile.