Lottare contro il cambiamento climatico

Da oltre 20 anni siamo impegnati a ridurre le emissioni di CO2 generate dalle nostre attività industriali. In quest’ottica abbiamo migliorato l’efficienza energetica dei nostri impianti (edifici, attrezzature, ecc.), incrementato l’uso di energie rinnovabili laddove possibile e raggiunto gli obiettivi stabiliti per i nostri siti senza ricorrere a progetti di compensazione delle emissioni di CO2. Abbiamo stilato una strategia per le energie rinnovabili prendendo in considerazione le possibilità offerte a livello locale dai siti industriali presenti nei diversi paesi in cui operiamo: nella maggior parte dei progetti di riduzione delle emissioni utilizziamo energie rinnovabili generate sul territorio o prodotte internamente (biomasse, biometanizzazione, pannelli solari, ecc.).

Nel 2017 figuravamo tra le prime cento aziende ad aver definito e approvato obiettivi cosiddetti “Science Based Targets (SBT)”. Il nostro principale obiettivo relativo al cambiamento climatico per il 2030 è allineare le nostre emissioni di gas effetto serra allo scenario dei +1,5°C, riducendo quindi tutte le emissioni di gas effetto serra (scope 1, 2 e 3) del 50% per prodotto finito. A tal fine abbiamo fissato target numerici per ciascun aspetto delle nostre attività in modo da includere non solo gli impianti produttivi e distributivi, ma anche la supply chain delle materie prime e gli impatti indiretti associati all’uso dei prodotti da parte dei consumatori finali.

I nostri obiettivi

100%

Entro il 2025 tutti i nostri siti diventeranno “carbon neutral” migliorando l’efficienza energetica e utilizzando il 100% di energia rinnovabile.

-25%

Entro il 2030 introdurremmo delle innovazioni che permetteranno ai consumatori di ridurre del 25% rispetto al 2016 le emissioni di CO2 generate dall’uso dei nostri prodotti, calcolate mediamente e per prodotto finito.

-50%

Entro il 2030 ridurremo del 50% rispetto al 2016 le emissioni di gas effetto serra relative al trasporto dei prodotti, calcolate mediamente e per prodotto finito.

-50%

Entro il 2030 i nostri fornitori strategici ridurranno del 50% in termini assoluti rispetto al 2016 le loro emissioni dirette (Scope 1 e 2).

I risultati raggiunti finora

-81%

Dal 2015 abbiamo ridotto dell’81% in termini assoluti rispetto al 2005 le emissioni di CO2 dei nostri stabilimenti e centri di distribuzione, a fronte dell’incremento del 29% dei volumi della produzione registrato nello stesso periodo.

72

Alla fine del 2020 L’Oréal contava 72 siti “carbon neutral” (ovvero che utilizzano il 100% di energia rinnovabile), tra cui 19 fabbriche.

Crescita “low-carbon”: la nostra strategia

Fighting for Climate Change

Per ridurre la propria impronta di carbonio L’Oréal ha adottato un duplice approccio. Il Gruppo ha innanzitutto ridotto le emissioni dei siti industriali dell’81% rispetto al 2005 limitando le emissioni di gas effetto serra degli stabilimenti e dei centri di distribuzione, utilizzando energie rinnovabili e migliorando la propria efficienza energetica. Nello stesso periodo i volumi della produzione sono aumentati del 29%, confermando quindi la capacità di L’Oréal di coniugare il successo commerciale e l’impegno verso un’ambiziosa azione climatica.

Scopri di più sulla nostra strategia

Approfondimento Come creiamo la bellezza che muove il mondo

Nicolas Hieronimus
Chief Executive Officer

Da oltre un secolo la nostra vocazione è stata solo una: creare bellezza. Il nostro obiettivo è offrire a ogni singola persona nel mondo il meglio della bellezza in termini di qualità, efficacia, sicurezza, trasparenza e responsabilità al fine di soddisfare tutti i bisogni e desideri di bellezza nella loro infinita diversità.